Pubblicità/Advertising

nKantu d’Aziz, cuore balcanico e radici siciliane
20 Marzo 2014 | Alessia Amenta | Condividi:

Un viaggio alla scoperta delle radici balcaniche della Trinacria in compagnia di Totò Grilletto, poeta, compositore, chitarrista giramondo e voce degli nKantu d’Aziz.

ascolta l'intervista:

Totò Grilletto,  poeta, compositore, chitarrista giramondo e voce degli nKantu d’Aziz è stato ospite di “Ornitorinco” in occasione del live di venerdì 21 marzo alla Lomax e dell’imminente release del secondo album.

A quasi tre anni dal loro album di esordio “Mi porteranno Via” e dopo centinaia di concerti in giro per la Sicilia misti a qualche tappa nazionale, la band combat-folk di origini palermitane torna sulla scena discografica con un nuovo singolo e un nuovo videoclip che verranno presentati in anteprima assoluta durante il concerto catanese. Il brano è stato realizzato in collaborazione con Francesco “Fry” Moneti dei Modena City Ramblers, Angelo Spataro dei Tinturia, Filippo “Fifuz” Alessi dei Qbeta, Aida Satta Flores e Toni Carbone.

Gli nKantu d’Aziz affondano le loro radici tra la Palermo arabo-normanna e la Palermo arbëreshë di Piana degli Albanesi. I loro testi e la loro musica hanno raggiunto una rilevanza storico-culturale tale da essere divenuti oggetto di studio presso il Dipartimento di Scienze Filologiche e Linguistiche dell’Università di Palermo.

Commenta

Pubblicità/Advertising