Pubblicità/Advertising

Marco Selvaggio – Intervista e Live session
15 Febbraio 2018 | Alberto Conti | Condividi:

Dopo l’uscita del suo ultimo album, Aether, prodotto dalla T-Lab Revolution, Marco Selvaggio è ospite di City Lights per parlarci del suo sound etereo e sperimentale

In occasione della rassegna di WorldMusic, Raizes, il 16 febbraio presso Zō – Centro Culture Contemporanee, City Lights ospita Marco Selvaggio, che presenterà il suo ultimo Ep: Aether.

 

Marco Selvaggio è un suonatore di hang, uno degli strumenti più rari al mondo, portando in giro la sua musica sia da solista, che in compagnia della sua band, esibendosi in molti paesi tra club, teatri e festival. Marco ha sperimentato il suono del suo strumento in diversi progetti discografici, contando all’attivo 5 Ep di musica elettronica, lounge e sperimentale e ha collaborato con artisti nazionali e internazionali del calibro di Arisa, Cesare Malfatti, Daniel Martin Moore, Mauro Ermanno Giovanardi, Erica Mou, The Niro, Roy Paci, Sagi Rei e molti altri. Inoltre, alcune delle sue musiche sono state utilizzate da Sky per il programma Nissan The Quest e altre ancora da RaiMediaset.

Dopo l’uscita del suo ultimo album, Aether, prodotto dalla T-Lab Revolution, l’artista è tornato a girare da solo il mondo con il suo progetto: un disco totalmente strumentale con contaminazioni elettroniche, curato ed arrangiato da Toni Carbone, affermato produttore artistico e sound engineer italiano, insieme al T-Lab Revolution Team (Peppe Calvo e Luca Davino).

Negli ultimi anni Marco ha suonato a Londra, Sydney, Beirut, in Belgio ed in tutto il Vietnam del nord fino ad approdare in Argentina – e proprio in Sud America ha segnato diverse date a Buenos Aires e in Patagonia, la famosa Terra del Fuoco.

Commenta

Pubblicità/Advertising