Pubblicità/Advertising

MAGMA Mostra di Cinema Breve, 26-28 novembre 2015
6 Settembre 2015 | Redazione Radio Lab | Condividi:
PUBBLICATO IN:  Magma 2015MAGAZINE

Dal 26 al 28 novembre torna Magma Mostra di Cinema Breve, la rassegna che da ormai 14 anni porta ad Acireale i migliori cortometraggi internazionali. Scopri tutte le novità sull’edizione 2015 e le 25 opere in concorso.


magma-bannerino

STORIE DAL MONDO IN 20 MINUTI:
annunciata la selezione di MAGMA – Mostra di Cinema Breve
In concorso il meglio dei 720 corti iscritti da 66 paesi

Un minor numero di cortometraggi rispetto alle ultime edizioni, ma più minuti di proiezione complessivi: questa una delle caratteristiche della selezione di corti in concorso alla XIV edizione di Magma – mostra di cinema breve, che si svolgerà dal 26 al 28 novembre ad Acireale (CT).

Con i suoi 25 lavori, selezionati su un totale di 720 da 66 paesi del mondo, la selezione forse più densa e corposa della storia di Magma presenta un mondo del cinema breve in piena salute e ormai adulto e maturo, fatto di veri e propri piccoli film, che sfruttano appieno i 20 minuti di durata imposti dal limite del genere per mettere il pubblico a stretto contatto con i personaggi e le loro storie; storie di ordinari drammi della vita quotidiana, di giovani anime alla ricerca della propria identità in un mondo dove i contorni tra il reale e l’immaginario, il passato e il presente si confondono, dove una notte di nozze diventa l’emulazione di un presunto passato criminale, la vacanza (non voluta) di un’adolescente con i genitori diventa la fuga in un sogno dal quale forse non c’è ritorno, e il gigantesco corpo di una balena spiaggiata aiuta due fratelli a ritrovare la speranza e la serenità l’uno nell’altro.

Ma non c’è solo la grande potenza narrativa dei film brevi più lunghi: in concorso a Magma anche gli intensi lampi poetici di cortometraggi che in meno di 5 minuti raccontano la dolce e triste ricerca di una giovinezza e bellezza che forse non ci sono più, la sempre sorprendente musicalità di un sole che sorge, o l’esilarante scoperta della voce e quindi della comunicazione in un mondo disegnato che ne era privo.

Una selezione che fa del variare dei punti di vista il suo principale punto di forza, un insieme di cortometraggi che, a prescindere dalla loro durata e dalla imponenza della loro struttura narrativa, riusciranno a sorprendere il pubblico con sguardi sempre nuovi, quelli di un giovane che scopre il valore dell’amicizia accanto a un corpo in coma, quelli di una artista che tra i monti della Spagna crea visioni spiazzanti fatte di numeri e simmetrie, quelli tragicamente folli di un giovane che trova nella disperazione il coraggio di fare fuoco contro i propri coetanei, fino a quelli di un uccello in volo su interminabili distese di campi coltivati in Olanda.
Proprio dall’Olanda, così come anche da Germania e Spagna, proviene un numero importante di corti in concorso, all’interno di una selezione che ben rappresenta anche altre importanti filmografie europee, come la Polonia o la meno nota Estonia, e finanche la lontanissima Nuova Zelanda. Sicuramente gradita e incoraggiante è l’importante presenza di corti realizzati nelle scuole di cinema, presenza che fa ben sperare per il futuro di questa forma di espressione cinematografica nel cui valore Magma crede con forza e costanza da ormai quattordici anni.

Le 25 opere in concorso saranno valutate da una giuria internazionale che assegnerà il Premio Lorenzo Vecchio, dedicato al fondatore del festival di cui si celebra quest’anno il decennale della scomparsa.

Gli spettatori potranno fruire i film con sottotitoli in italiano e inglese, ed esprimere il proprio gradimento su ognuno di essi con un voto che alla fine decreterà il premio del pubblico.
Tre sezioni non competitive saranno dedicate ad altrettanti festival stranieri, alla presenza dei direttori artistici. Si tratta di Zubroffka (Polonia), Fest Anča (Slovacchia), In the Palace International Short Film Festival (Bulgaria).

Le 25 opere selezionate:

Aún hay tiempo (Spagna, 2014, Albert Pintó)
Aubade (Svizzera, 2014, Mauro Carraro)
Automatic Fitness (Germania, 2015, Alejandra Tomei & Alberto Couceiro)
Deus In Machina (Italia – Estonia, 2014, Nicola Piovesan)
Ecdysis (Gran Bretagna – Grecia 2015, Fevronia Tsolina)
Elena Asins – Génesis (Spagna, 2014, Álvaro Gimenez Sarmiento)
Even Cowboys Get to Cry (Paesi Bassi, 2013, Mees Peijnenburg)
Frühling (Austria, 2015, Michael Podogil)
Gorzko! (Polonia, 2014, Michal Wawrzecki)
Gownojady (Polonia, 2014, Agata Wojcierowska)
Hipopotamy (Polonia, 2014, Piotr Dumala)
L’attesa del maggio (Italia, 2014, Simone Massi)
Le temps d’un sablier (Belgio, 2014, Michael De Nijs)
Line up (Spagna, 2014, Alex Julià Rich)
Madam Black (Nuova Zelanda, 2015, Ivan Barge)
Mute (Paesi Bassi, 2013, Job Joris & Marieke)
Otto (Italia, 2015, Dario Imbrogno & Salvatore Murgia)
Papa (Estonia, 2014, Mari-Liis Bassovskaja & Jelena Girlin)
Reizigers in de Nacht (Paesi Bassi, 2014, Ena Sendijarevic)
Safari (Spagna, 2014, Gerardo Herrero)
Safe Space (Germania, 2014, Zora Rux)
Tik Tak (Estonia, 2015, Ülo Pikkov )
Vaderland (Paesi Bassi, 2014, Nathalie Crum)
Whale Valley (Danimarca – Islanda, 2013, Guðmundur Arnar Guðmundsson)
Zehn sekunden himmel (Germania 2014, Tobias Schönenberg)

Magma è realizzato dall’Associazione Culturale Scarti con il contributo di Mibac – Direzione generale per il cinema, Sensi Contemporanei, Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, e con il sostegno del Comune di Acireale.

 

Maggiori dettagli su Magma, mostra di cinema breve – Festival Internazionale di Cortometraggi – Acireale

 

PUBBLICATO IN:  Magma 2015MAGAZINE

Commenta

Pubblicità/Advertising