Pubblicità/Advertising

Il jazz di Francesco Cataldo, tra Ortigia e New York
3 Aprile 2014 | Alessia Amenta | Condividi:

Il jazzista siracusano Francesco Cataldo ha raggiunto la fama internazionale grazie ad una semplice mail e ad un paio di demo. Ospite di “Ornitorinco”, ci ha raccontato la sua storia e parlato della sua musica.

ascolta l'intervista:

È bastata una mail con un paio di demo a realizzare i sogni del chitarrista siracusano Francesco Cataldo: Scott Colley, contrabbassista di fama mondiale, lo ha voluto con sé a New York ed è così che è nato l’album “Spaces”, registrato insieme ai grandi del jazz americano.

Francesco è venuto a trovarci in studio e ci ha raccontato la sua storia: dal viaggio negli States, alla recording session nei Sear Sound Studios, fino al viscerale amore per la sua terra d’origine.

 

Francesco Cataldo intervistato da ALessia Amenta all'interno della trasmissione "Ornitorinco"

Francesco Cataldo intervistato da Alessia Amenta all’interno della trasmissione “Ornitorinco”

Commenta

Pubblicità/Advertising