Pubblicità/Advertising

Gem Boy: Live Report@ Etna Comics 2015
3 Giugno 2015 | Andrea Rotili | Condividi:
PUBBLICATO IN:  ReportMAGAZINE
Etna Comics

Il primo giorno dell’ Etna Comics, festival internazionale del fumetto e delle cultura pop, si apre con il concerto dei Gem Boy e di Immanuel Casto.


Etna Comics, il festival internazionale del fumetto e della cultura pop, arriva alla quinta edizione sull’onda del successo delle precendenti che hanno registrato un aumento costante di partecipanti, sia di visitatori sia da parte degli espositori, tra i quali spiccano gli stand ufficiali della Panini Comics, Star Comics Shop e Rw Lions che distribuisce la DC Comics in Italia.

Il festival che si è svolto dal 30 maggio al 2 giugno all’interno del centro fieristico delle Ciminiere (proprio accanto alla sede di Radio Lab) ha avuto un ricco e importante programma di eventi che spaziano dall’incontro con i disegnatori di fumetti leggendari come Riyoko Ikeda, creatrice di Lady Oscar, a star del cinema hollywoodiano come Rutger Hauer, attore protagonista in film cult come Blade RunnerFuga da Sobibor. 

La sera tutto il pubblico del Etna Comics si riversa nell’area palco dove si organizzano i concerti e le cerimonie di premiazione dei contest di cosplay. Il 30 maggio il programma prevede uno showcase del porno groove Immanuel Casto che apre l’atteso concerto dei Gem Boy.

Immanuel Casto, controverso compositore musicale inizia la sua scalata alla popolarità partendo dal web grazie alle sue canzoni che trattano temi alquanto fuori dal comune, per citare alcuni titoli: Escort25, Tropicanal e Sexual Navigator. Sul palco ripropone solo 8 brani, ma tra i più celebri del suo repertorio, permettendo al pubblico di cantare tutti i ritornelli e danzare sotto il palco. Special guest della performance Don Alemanno, autore del fumetto satirico Jenus, che ha collaborato con Casto nella creazione di un card game dedicato all’irriverente giovane versione Gesù di Nazareth.

Alle 21.10 puntuale, inizia il concerto della dissacrante band dei Gem Boy, divenuta famosa per le loro rivisitazioni delle sigle dei cartoni animati e dei maggiori successi pop contemporanei. Dal sesso alla poca credibilità dei cartoni animati, i Gem Boy nascono per gioco nel 1992, quando Carletto, il cantante, comincia a riadattare i testi di canzoni famose per prendere in giro la cerchia dei suoi amici. Poi con la diffusione in rete e grazie alla partecipazione in tv a Colorado Cafè, arrivano al successo nazionale collaborando spesso nelle vesti di live band con Cristina D’Avena.

Sul palco dell’ Etna Comics la band bolognese propone una serie di medley dei loro brani più famosi e quando suonano brani come: Orgia Cartoon, La guerra di Piero e il tributo alla sigla di Holly e Benji il pubblico si scalda e canta a squarciagola tutti i testi. Il concerto si conclude con una simpaticissima gag che coinvolge un’ignara giovane ragazza del pubblico che subisce la maliziosa comicità dei Gem Boy.

Foto: Laura Di Stefano & Andrea Rotili

PUBBLICATO IN:  ReportMAGAZINE

Commenta

Pubblicità/Advertising