Pubblicità/Advertising

Susanna Raule, Anatomia di uno statista
20 Dicembre 2013 | Alberto Conti | Condividi:

Ospite de “Il circolo Pickwick”, Susanna Raule, che ha messo da parte per un momento il commissario Sensi, protagonista dei suoi primi due romanzi editi da Salani, per scrivere un romanzo di fantapolitica.

ascolta l'intervista:

Anatomia di uno statista è un romanzo di fantascienza, che appartiene sia al genere fantapolitica, sia al genere degli pseudobiblia. Viene presentato come la biografia non-autorizzata di un controverso uomo politico, scritta da un giornalista contemporaneo ossessionato dalla sua figura. Attraverso la vita di Niccolò Romanoff viene presentato un futuro che ha diversi punti in comune con il nostro tempo, in una riflessione sui meccanismi attuali della democrazia e della vita politica.

Questa è la storia di un uomo che non credeva nell’uguaglianza, non credeva nella democrazia, non credeva nella libertà. Niccolò Romanoff credeva solo nei risultati. Ed è stato il miglior uomo politico di Sahara City. Questa è la sua storia, o meglio… la sua biografia non-autorizzata. Un affresco fantapolitico lungo due secoli. La storia di una nazione. Con un numero più che rispettabile di morti improvvise.

 

Susanna Raule

Trentaduenne, psicologa, scrittrice, traduttrice e web consultant, dal 2005 si dedica alla sceneggiatura a fumetti per vari editori. Nel 2005 ha vinto il primo premio al Lucca Project Contest. Nel 2013 ha partecipato all’antologia sul femminicidio Nessuna più (Elliot). Il suo sito di racconti è: sraule.blogspot.com. Con L’ombra del commissario Sensi è tra i vincitori del Torneo Letterario Io Scrittore 2010, promosso da GeMS. Nel 2014 uscirà il suo terzo libro giallo, L’architettura segreta del mondo, un’inchiesta del commissario Sensi (Salani Editore).

Della stessa autrice: L’ombra del commissario Sensi (Salani Editore, 2011) Satanisti perbene, un nuovo caso per il commissario Sensi (Salani Editore, 2012)

Commenta

Pubblicità/Advertising