Pubblicità/Advertising

Progetto Europeo LegalitArs: iscrizioni 2018 in scadenza il 30 giugno
30 giugno 2018 | Redazione Radio Lab | Condividi:
PUBBLICATO IN: MAGAZINE

LegalitArs è un progetto europeo dedicato ai giovani tra i 18 e i 25 anni che offre corsi di formazione gratuiti nelle arti e nei mestieri del teatro. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 giugno 2018.


Legalit-ars: nuove possibilità professionali al teatro Massimo Bellini

Diventare light designer o tecnici del suono, seguendo un percorso formativo tenuto dai professionisti di alcuni dei teatri più importanti d’Italia: è la straordinaria opportunità offerta ai giovani siciliani – e non solo – da LegalitArs, virtuoso progetto di cui il Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” di Catania è capofila, teso alla promozione della legalità attraverso la diffusione delle arti.

Ai partecipanti, tutti giovani meridionali tra i 18 e i 25 anni, sono garantiti anche una borsa di studio di 1.000 euro, indennità di frequenza, stage pratico in azienda e la possibilità di assistere agli spettacoli dal vivo.

Le iscrizioni scadono il 30 giugno 2018
Info: www.teatromassimobellini.it


«L’arte e la cultura – sottolinea Ezio Donato, direttore del progetto – si pongono da sempre come strumenti imprescindibili per il miglioramento del contesto ambientale, trasmettendo valori e stimoli in grado di facilitare la convivenza e il rispetto reciproco attraverso peculiarità proprie del lavoro creativo».

Legalit-ars è sostenuto dal Ministero dell’Interno e finanziato con i fondi europei del Pon Sicurezza
per lo Sviluppo, con l’obiettivo di intervenire sul territorio del Mezzogiorno con azioni in grado di generare un impatto positivo sul tessuto sociale, caratterizzato dall’aggravarsi di fenomeni come lavoro sommerso, abbandono scolastico e criminalità diffusa. Il progetto è reso possibile dalla preziosa sinergia tra i teatri Massimo Bellini di Catania, San Carlo di Napoli, Massimo di Palermo, Consorzio Teatro Pubblico Pugliese e della Scala di Milano.

L’iniziativa è entrata nel vivo già da due anni con la collaborazione dall’Accademia della Scala di Milano e ha portato all’avvi  di corsi di formazione professionali come: sarto di scena, macchinista ed elettricista di palcoscenico,
truccatore dello spettacolo.

PUBBLICATO IN: MAGAZINE

Commenta

Pubblicità/Advertising